Vetro bassoemissivo

Vetro bassoemissivo

Che cos'è il vetro bassoemissivo?

Il vetro bassoemissivo (o vetro a bassa emissività) è un vetro ad elevata efficienza energetica progettato per ridurre la perdita di calore all’esterno attraverso le finestre. 

I vetri bassoemissivi, quali Pilkington K Glass™ e i prodotti della gamma Pilkington Optitherm™, hanno un rivestimento di ossidi metallici, non percepibile ad occhio nudo, che riduce sensibilmente la perdita di calore, riflettendolo all’interno della stanza. 

Sfortunatamente, molte vetrate isolanti meno recenti non contengono vetri bassoemissivi e non sono pertanto energeticamente efficienti. La sostituzione delle finestre tradizionali con vetri bassoemissivi permette di innalzare l’efficienza energetica della vostra casa, abbassando le bollette mensili del riscaldamento e riducendo l’impronta climatica. L’installazione di una vetrata isolante con un vetro bassoemissivo Pilkington rende la vostra casa fino a due volte più efficiente  energeticamente. 

Il vetro bassoemissivo è fondamentale per gli ambienti con un diffuso utilizzo delle superfici trasparenti, quali serre, verande e giardini d’inverno. L’utilizzo di vetri bassoemissivi vi consente infatti di utilizzare questi locali anche nei mesi più freddi. 

Questi vetri sono, inoltre, ideali per le finestre orientate verso Nord ed Est, dove si stima una maggiore perdita di calore. 

Per le finestre rivolte da Est ad Ovest, passando per il Sud, dove il surriscaldamento degli ambienti interni potrebbe costituire un problema nei mesi estivi, è, invece, opportuno installare vetri selettivi in grado di attuare un efficace controllo solare. Chiedete consiglio al vostro serramentista sul prodotto della gamma Pilkington Suncool™ più adatto alle vostre esigenze. 

In relazione alle esigenze dell’utenza e ai vincoli legislativi, è possibile accoppiare all’interno della vetrata isolante anche due o più rivestimenti bassoemissivi:

Vetri bassoemissivi

Pilkington K Glass™
Pilkington K Glass™ OW
Pilkington Optitherm™ S3
Pilkington Optitherm™ S3 OW
Pilkington Optitherm™ S1

Vetri bassoemissivi selettivi

Qualora siano richieste prestazioni di controllo solare, è possibile utilizzare un prodotto bassoemissivo selettivo della gamma Pilkington Suncool™.

Come funziona un vetro per il risparmio energetico?

Il calore fluisce sempre verso il freddo. Nei mesi invernali le vetrate senza coating assorbono il calore di casa e lo irraggiano verso la faccia esterna della lastra; di qui il calore è disperso nell’ambiente, a temperatura inferiore. Il coating bassoemissivo grazie alla sua ridotta emissività non irraggia il calore, impedendone il passaggio all’esterno e riflettendolo all’interno dell’abitazione.
Un vetro bassoemissivo filtra l’energia in funzione della lunghezza d’onda, riflettendone alcune e trasmettendone altre. La maggior parte dell’energia solare colpisce la finestra come radiazione ad onda breve ed è trasmessa dal vetro rivestito, il cui coating non riflette queste lunghezze d’onda. Parte dell’energia, passando attraverso il vetro, viene da questo assorbita, riscaldandolo.
L’energia passata all’interno è assorbita dal mobilio della stanza ed è infatti responsabile del riscaldamento dell’ambiente interno.
Unitamente ai radiatori e ai caminetti, l’arredamento, riscaldato dai raggi solari, irradia energia, non più in forma di energia ad onda corta, bensì ad onda lunga. Il vetro bassoemissivo, contrariamente a quanto avviene per l’energia ad onda corta, non permette il passaggio dell’energia ad onda lunga, che viene riflessa all’interno dell’ambiente, evitando la fuoriuscita di calore all’esterno.

Anche il vetro riscaldatosi per assorbimento, cede l’energia e la trasmette sotto forma di radiazioni ad onda lunga in entrambe le direzioni. Parte dell’energia è trasmessa verso l’esterno, parte invece verso l’interno.
Il risultato è un vetro dall’aspetto neutro che permette il passaggio dell’energia all’interno, impedendo la fuoriuscita del calore.

L’utilizzo di vetri bassoemissivi all’interno di una vetrata isolante modifica la temperatura superficiale dei vetri. Dal momento che il calore è trattenuto all’interno, la superfice esterna non è riscaldata dalla fuoriuscita di calore e la lastra interna si troverà ad una temperatura superiore. Le conseguenze sono duplici: vicino alle finestre ci sono minori spifferi di aria fredda dovuti alla convezione e, inoltre, il rischio di condensa sul vetro è ridotto. In tal modo, i vetri bassoemissivi, oltre a ridurre le perdite di calore, favoriscono una temperatura mite durante i mesi invernali. 

L’utilizzo di vetri bassoemissivi consente quindi vantaggi in termini economici ed ambientali, ma soprattutto garantisce alla vostra abitazione condizioni di comfort durante tutto l’anno.