Coperture vetrate

Coperture vetrate

Creare un pozzo di luce inserendo un vetro in copertura è una soluzione diffusa per portare luce nelle aree centrali di un edificio. Oltre alle normali considerazioni sull’isolamento termico e sul controllo solare, le vetrate inclinate sono poste sopra di noi e dobbiamo pertanto scegliere vetri sicuri. Se il vetro fa parte di un'area del tetto accessibile, anche solo agli operatori della pulizia, potrebbe essere necessario trattarlo come una pavimentazione vetrata.

Per i lucernari e le vetrate di copertura, seppur la legislazione vigente non contenga prescrizioni progettuali, lo standard UNI 7697 fornisce utili indicazioni sulle tipologie di vetro idonee, in relazione alla sicurezza degli utenti. Nello specifico, in conformità alla suddetta norma, nel caso di vetri singoli raccomandiamo Pilkington Optilam™ o Pilkington Optiphon™ per le loro caratteristiche di rottura sicura. I vetri rotti devono essere sostituiti il prima possibile anche se, a meno che la rottura non sia grave, il rischio di caduta del vetro è molto basso. Per le vetrate isolanti, la lastra interna deve essere uno dei suddetti stratificati, Pilkington Optilam™ o Pilkington Optiphon™, senza alcuna indicazione per la lastra esterna. La pratica consiglia di valutare l’utilizzo di un vetro temprato per ridurre il rischio di rottura in caso di grandine.

Raccomandiamo il trattamento HST del vetro temprato  quando la lastra è installata in un luogo critico per la sicurezza, al fine di ridurre il rischio di rottura spontanea della lastra.

Il vetro temprato si rompe in numerosi frammenti di piccole dimensioni e arrotondati, dunque in modo sicuro. Quando è in alto, tuttavia, i frammenti possono cadere insieme formando un grappolo (cluster), la cui massa può causare danni a persone, animali e cose. Per ridurre il rischio di tali lesioni, la norma UNI 7697 consiglia di sottoporre il vetro temprato ad HST con altezze di caduta superiori ai 4m; il consiglio diventa un obbligo per lastre fissate puntualmente o anche solo parzialmente intelaiate.